A 110 ANNI DALLA FONDAZIONE A POLA Pietas Julia ancora in vetta - Vinicio Lenzoni - foto

foto Didascalia: Elisa e Chiara Boschin, le gemelle goriziane campionesse tricolori della Pietas julia in tante competizioni veliche anche internazionali Nei primi giorni di agosto. nella sede della Società Nautica Pietas Julia di Sistiana presso Trieste è stata inaugurate la mostra illustrative dei 110 anni di storia del sodalizio. Ricavata dall'omonimo libro di Leopoldo Bari, scritto nel 1986 in occasione del centenario di fondazione della Societe, ma ridimensionata dello scrivente per esigenze di spazio nonché integrate con brevi cenni storici necessari al fine di risalire al luogo d'origine, al nome di Pietas Julia attribuito al sodalizio, ai travagli. alle vittorie. alle lotte per l'esistenza, all'esodo suo e quello della eine di Pola e alla sua ricostituzione in Patria. Nell' ultimo pannello della mostra (composta da circa 500 documenti fotocopiati in pane da originali dal lontano 1886 ai giomi nostri) due fotografie riproducono la numerosa schiera di giovani e giovanissimi allievi delle scuole di vela sociali e una didascalia con cui ii presidente in carica nell'anno del centenario il polesano prof. Lucio Delcaro concludeva la presentazione del succitato libro: "A queste giovani leve vengono affidate le immancabili future glade della Società Nautica Pietas Julia che orrnai si è addentrata nel secondo centenario di vita.. Pronostico che a 10 anni di distanza non si pub smentire. Infatti le nostre giovani leve si sono affermate con onore e rispetto in numerose competizioni veliche in Italia ed anche all'Estero. persino nel lontano Giappone. Pronostico a sua volta convalidato dal C.O.N.I. che ha assegnato alla Pietas Julia, seconda Societe sportive per anzianita in Italia preceduta della Società Cavallerizzi «A. Bettani. di Brescia. la Stella d'Oro per Merito Sportive con b seguente motivazione: "Ultracentenatia Societe che ha sempre mantenuto alti ph ideali sportivi e nazionali per tra mille vicissitudini distinguendosi in campo agonistico nella vela. nel nuoto e nel canottaggio.curando la promozione dello sport tra i giovani.. Ultime le significative vittorie ottenute nello scorso mese di luglio, ma che purtroppo. causa la concomitanza con le Olimpiadi di Atlanta, hanno avuto poca risonanza perche stampa, radio e televisione nazionaIi. impegnatissime nell'occuparsi dello svolgimento di quell'avvenimento l'hanno appena menzionate. Mi riferisco al Campionato Mondiale Femminile di Vela Classe "420,, che si e svolto nei giorni 5 e 6 luglio nel Mare del Nord a Neuport nel Belgio. II gloriosa guidon giallo-verde della Pietas Julia era presente all' importante competizione assieme quelli di nave Nazioni con un totale di 56 equipaggi. Per la Pietas Julia hanno partecipato due giovanissime atlete goriziane, le gemelle Boschin; Elise timaniere e Chiara prodiere, studentesse liceali, che meritatamente si sono conquistate la Medaglia d'Oro edit titolo di campionesse mondiali. Vittoria da non attribuirsi al cosiddetto colpo di fonuna, bens) vittoria calculate, meritata soprattutto grazie alla capacità maturate da esperienze acquisite nel torso di otto anni di assidua presenza sul mare dapprima con le piccole imbarcazio ni monoposto "Optimistt, e con qualsiasi condizione atmosferica bora compresa, sotto la guide di valenti allenatori, ultimo dei quail Dragen Gasich. II loro rientro in cede dal Belgio è stato Wither) dal prolungato suono di siren delle imbarcazioni sociali che per la circostanza si sono rac colte presso la Società Dopo il saluto e le congratulazioni formulate della direzione per l'ambita conquista del titolo mondiale e stato offerto un rinfresco seguito dal brindisi augurale di future vittorie. Non si possono perb fare gli elogi al le giovani campionesse senza menzionare i sacrifici dei loro genitori presenti sempre. nei limiti del possibile, agli allenamenti ed immancabiImente nelle trasferte sia in Italia che all' Estero. Significativo infatti e stato il lungo e faticoso viaggio intrapreso da tutta la famiglia con il pulmino sociale trainante anche imbarcazione per ben 2.800 km, tra andata e ritorno dal Belgio, e questo non e stato l'unico viaggio perche di trasferte ne hanno fatte parecchie sia in Italia che all' Estero. L' ultimo della serve e quello intrapreso ad Ashensee in Austria dove le sorelle henna gareggiato nei giorni 5 II agosto per la conquista del titolo europeo. Purtroppo per un soffio. questa volta henna dovuto accontentarsi del quarto pasta su 100 concorrenti al titolo. Pazienza. non si pub sempre vincere. Ancora tante congratulazioni e ringraziamenti da pane della Pietas Julia alle gemelline Elise e Chiara per le tante vittorie riportate sine ad oggi accrescendo sempre pig il prestigio della nostra Societe. Al momento di mandare l'articolo ci a giunta la notizia che Chiara ed Elise nei giorni 22 24 agosto hanno partecipato a Ventimiglia alla settima prove del Campionato italiano Femminile classe 420 classificandosi prime assolute. Vinicio Lenzoni

Dal numero 2950

del 07/09/1996

pagina 4